CAMP-A CAVALLO PER CRESCERE (E DIVERTIRSI) INSIEME2° edizione

ATTIVITA’ EQUESTRE AIASPORT ONLUS
logo-aiasport

Raggiungimento progetto 100%

RIVOLTO A 10 BAMBINI DISABILI DAI 10 AI 15 ANNI

TITOLO: CAMP-A CAVALLO PER CRESCERE (E DIVERTIRSI) INSIEME

DESCRIZIONE DEL PROGETTO
Il progetto intende proporre un percorso educativo-riabilitativo, ma al contempo anche ricreativosportivo,
di socializzazione e di integrazione, ad un gruppo di 10 bambini disabili coinvolgendo il
cavallo e il suo ambiente.
Il percorso ideato prevede una “settimana verde”, ovvero un campo estivo semi-residenziale della durata di 5 giorni, al fine di offrire ad ogni bambino partecipante, l’opportunità di sperimentare nuove possibilità per incrementare le proprie potenzialità e di trovare modalità alternative di
espressione, di relazione e di comunicazione attraverso il prendersi cura di un animale, il gioco e il
divertimento, lo stare all’aria aperta, il contatto con la natura e gli animali, lo stare insieme ad altri
bambini, avendo come mediatore, compagno di gioco e di sport il cavallo.

FINALITA’ E OBIETTIVI
Le finalità generali del progetto riguardano prevalentemente il miglioramento del benessere psicofisico della persona disabile, proponendogli interventi mirati ad ampliare il proprio orizzonte
esperenziale; alla modificazione dell’immagine di sé e all’accrescimento dell’autostima; alla
conquista di una possibile autonomia; ad una migliore gestione delle componenti impulsive e

pulsionali; alla capacità di risolvere situazioni–problema attraverso competenze strategiche;

all’adattamento all’ambiente e alle regole che lo contraddistinguono; alla capacità di esprimere in

modo condivisibile bisogni, desideri, intenzioni; allo sviluppo di competenze sociali.

Inoltre, il percorso proposto, mira a promuovere e valorizzare la partecipazione e l’integrazione di

bambini e adolescenti allo “sport per tutti”, quale diritto di tutti i cittadini, a prescindere dall’età, dalle categorie di appartenenza e dal tipo di problematiche, ponendo al centro la persona e non il risultato.

Obiettivi specifici:
Il rapporto fra il bambino ed il cavallo rappresenta una esperienza importante in cui vengono coinvolti
molteplici aspetti, la motricità, l’affettività, la capacità di relazione e di comunicazione.
• Aiutare il bambino disabile a migliorare la propria capacità di adattamento; ad imparare ad
affrontare positivamente situazioni nuove; a migliorare e affinare alcune abilità prassico-motorie, a
sviluppare la propria autonomia, partendo da situazioni specifiche inerenti all’ambito equestre, per
via via imparare a generalizzare tali acquisizioni e “trasferirle” anche nella vita quotidiana; nonché ad aumentare la propria autostima.
Sul piano motorio si propongono dei percorsi mirati all’acquisizione di nuovi schemi motori
sviluppando le qualità come la coordinazione, l’equilibrio, la destrezza…. in armonia e ritmicità,
nella successione dei movimenti del cavallo.
Sul piano emotivo e relazionale si intende coinvolgere il cavallo con l’obiettivo di aiutare il bambino a confrontarsi con la realtà delle proprie paure e con la propria aggressività, rapportandosi direttamente con le regole del cavallo e del gruppo e imparando ad interiorizzarle e a rispettarle.
• Particolare importanza viene data alla cura e pulizia del cavallo, con l’obiettivo di aiutare il bambino a imparare a trovare la soluzione di situazioni problematiche (problem solving) sviluppando la propria autonomia.
Far crescere la “responsabilità” e la capacità epimeletica (ovvero del prendersi cura di…) che si
sviluppa verso il “proprio” cavallo, può rappresentare un primo passo verso lo sviluppo di una
maggiore empatia, con l’obiettivo di imparare a generalizzare tali competenze nei confronti di sé stessi e delle proprie cose

DESTINATARI DELL’INTERVENTO
Il progetto è rivolto a 10 bambini disabili della provincia di Bologna di età compresa tra i 10 e i 15
anni, che già frequentano nel corso dell’anno il servizio di riabilitazione equestre dell’AIASPORT ONLUS in convenzione con l’AUSL di Bologna, o privatamente.

ARTICOLAZIONE DEL PROGETTO
Il campo estivo ideato si svolgerà al termine del periodo scolastico (fine giugno o inizio di settembre,
in base alle esigenze delle famiglie dei bambini partecipanti), dal lunedì al venerdì, dalle ore 8.00 alle ore 16.30 e prevede anche la possibilità di partecipare ad una “notte in tenda” senza costi aggiuntivi.

Durante la settimana l’attività verrà suddivisa in due fasi:
Al mattino sono previste numerose e diversificate attività con il cavallo (pulizia e preparazione dei cavali, giochi ed esercizi in maneggio, passeggiate lungo i percorsi immersi nella natura del GESE, svestizione, cura, governo e nutrizione dei cavalli)
Nel pomeriggio sono previste diverse attività ludico-didattiche, laboratori e percorsi sensoriali,
psicomotori e relazionali, alcuni all’interno del parco del GESE; altri che prevedono la scoperta di spazi nuovi da esplorare insieme ai ragazzi.
Il tutto sempre in un clima di gioco/divertimento, fondamentale al fine di coinvolgere i bambini e di
mantenere alta la loro motivazione e voglia di partecipare.

RISORSE UMANE:
Al fine di proporre un’attività riabilitativa ed educativa valida e significativa, l’équipe dell’AIASPORT
ONLUS propone uno standard di qualità e di professionalità elevato, con un rapporto
educatore/bambino disabile di 1 : 2, più la presenza di 1 volontario ogni 3 bambini.
Tutti gli istruttori ed educatori che verranno coinvolti per la realizzazione del progetto hanno una
comprovata specializzazione ed una lunga esperienza (di almeno 4 anni) nel settore dell’attività
equestre con persone disabili.

RISORSE STRUMENTALI:
1) N. 8 CAVALLI che si distinguono per particolare mansuetudine e attitudine al tipo di lavoro richiesto, oltre che per essere di dimensioni adeguate alla messa in sella di persone disabili.
2) N. 2 SEDI OPERATIVE
Presso il GESE, dove l’AIASPORT dispone di 1 maneggio coperto, e di un ampio spazio esterno
protetto (divieto di accesso alle auto) con percorsi e sentieri accessibili immersi nella natura.
Presso il Podere Ca’ Fiume, a 8 km dal GESE, che oltre ad avere 1 maneggio e 1 tondino
scoperto e numerosi cavalli è anche fattoria, con diversi animali da cortile; vi è inoltrbbell’orto
biologico, nonché un grande TEPEE (tenda indiana); inoltre offre la possibilità di fruire dei
percorsi pedonali lungo il parco fluviale dell’Idice.
3) VARIE ATTREZZATURE SPORTIVE adattate e accessibili a persone con diversi tipi didisabilità.

COSTO DEL PROGETTO *
Il costo complessivo del progetto è di € 5.640,00
(le prestazioni sono esenti IVA ai sensi dell’art. 10-27 ter. del D.p.R. 633/72).

L’AIASPORT ONLUS è in grado di garantire la copertura delle spese pari al 50% del costo totale del progetto (€ 2.820,00), tramite la richiesta di un contributo di partecipazione da parte delle famiglie dei minori disabili aderenti al progetto e tramite varie iniziative di autofinanziamento.

Viene richiesto alla Fondazione Irma Romagnoli Onlus un contributo che copra il rimanente 50%
delle spese sostenute per la realizzazione di tale ambiziosa iniziativa, pari a € 2.820,00.

RIFERIMENTO PER EVENTUALI ULTERIORI INFORMAZIONI:
Dott.ssa Maria Laura Tabacchi (Coordinatrice AIASPORT ONLUS)
Tel. 335.6583608 Fax 051/929351 E-mail: aiasport2@gmail.com oppure info@aiasport.it

* Per il dettaglio delle voci di spesa si veda il progetto nella stesura completa